facebook-icon   google-plus-icon

Ogni anno, solitamente la terza Domenica di Ottobre, la Pro Loco Vobbia organizza la Castagnata e Sagra della Mostardella.

La mostardella è prodotto tradizionale ligure, fa parte cioè di quei prodotti agroalimentari i cui metodi di lavorazione e conservazione risultano consolidati nel tempo, omogenei per tutto il territorio interessato, secondo regole tradizionali, da più di venticinque anni ( ai sensi del D.L. 173/98 e D.M. 350/99 ).

La mostardella o "mustardella" è un insaccato a metà strada tra salame e salciccia.

Prodotta e diffusa in tutto l'entroterra genovese, veniva fatta utilizzando i resti di carne suina e bovina scartati durante la lavorazione dei salumi.
Questo "salame dei poveri", come veniva un tempo chiamato, era storicamente diffuso in tutta la Valle Scrivia, in particolare a Casella, Savignone e soprattutto a Vobbia, dove questa lunga tradizione lo ha portato ad avere caratteristiche particolari.
Col passare del tempo, infatti, è diventato un salume più raffinato, che non viene più fatto solo con gli scarti della lavorazione, ma è molto curato anche nella scelta delle carni, che provengono da una zona compresa fra Piemonte e Valle Scrivia.
La "Mostardella di Vobbia", viene quindi prodotta con carni bovine e suine selezionate, per conferirvi un gusto ed una qualità eccezzionali.
Un tempo, il modo migliore per gustare la mostardella era con le uova al tegamino o scottata in "sce u cuercettu da stiva" (sul coperchio della stufa), così da rendere tenere anche le parti di grasso non morbide o i nervetti. Oggi la si mangia benissimo tagliata a fette spesse, insieme al pane.

Da più di dieci anni, durante la Castagnata di Vobbia (solitamente la terza Domenica di Ottobre), viene organizzata la Sagra della Mostardella, tradizionale e celebre evento della Valle Scrivia, dove potrai mangiarla sul posto, cotta sapientemente su griglia e servita in panini adeguatamente contornati...una delizia da provare!!!

Condividi questo articolo:

 
 
 
 
 

Salumi Torrigino: dove riscoprire gli antichi sapori dell'entroterra genovese.

Scrivici una E-mail